Risultati del sondaggio Demopolis

Le preoccupazioni degli italiani per la situazione politica e le variazioni nel consenso

Un’ampia maggioranza di italiani, il 54%, si dichiara preoccupata per l’attuale situazione politica del Paese: è lo stato d’animo prevalente dei cittadini che emerge dall’indagine condotta dall’Istituto Demopolis. 3 su 10 si dichiarano irritati per quanto sta accadendo nei palazzi della politica; deluso l’11%, fiducioso appena il 5% degli intervistati. 

Nella percezione del 51% degli italiani, la mancata nascita del Governo Movimento 5 Stelle-Lega costituisce un’occasione mancata per il cambiamento del Paese. Per un elettore su quattro è invece un pericolo scampato. Perplesso si dichiara il 24% dei cittadini intervistati da Demopolis, che vedono aprirsi uno scenario denso di incognite per il futuro politico ed economico dell’Italia.
 
“I fatti degli ultimi giorni – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – hanno contribuito, come è naturale, a determinare significative variazioni nel consenso ai partiti. Un primo segno riguarda l’astensione che, se si tornasse oggi alle urne, crescerebbe di 5 punti”.
L’Istituto Demopolis ha misurato il peso dei partiti. Il Movimento 5 Stelle, in calo rispetto al 4 marzo, avrebbe oggi il 30%; la Lega, in crescita, conquisterebbe il 26%, guadagnando oltre 8 punti percentuali in poche settimane. Più distanti il PD al 19% e Forza Italia all’11%. Fratelli d’Italia avrebbe il 4%; LeU il 3%. 
 
Interessante risulta l’evoluzione del consenso ai principali partiti dal 4 marzo ad oggi: più mobile, come nelle sue caratteristiche, il voto al Movimento guidato da Luigi Di Maio, che passa dal 32,7% del 4 marzo al 34% del 10 maggio, sino al 30% odierno. Netta – secondo il Barometro Politico Demopolis per il programma Otto e Mezzo – la crescita della Lega di Matteo Salvini – sempre più al centro della scena – che passa dal 17,4 al 26%. 
L’incertezza degli ultimi giorni permette a PD e Forza Italia un lieve recupero: il Partito Democratico – per la prima volta dopo il voto – si attesta al 19%, poco sopra il risultato del 4 marzo. Il partito di Berlusconi, pur sotto di 3 punti rispetto alle ultime Politiche, interrompe il trend negativo e si attesta all’11%.

Potrebbero anche interessarti