Mascherine al chiuso nel mese di maggio? Italiani ancora prudenti in alcune situazioni…

In settimana è prevista la decisione del Governo Draghi sulle nuove norme anti-Covid che saranno in vigore nel mese di maggio. Alla vigilia delle nuove scelte del Governo, l’Istituto Demopolis ha rilevato le opinioni degli italiani.
La decisione annunciata di porre fine all’obbligo di mostrare il Green Pass, con la sola eccezione relativa agli ingressi nelle strutture sanitarie, è condivisa da quasi 2 cittadini su 3; di parere differente è appena il 23%.

Di segno differente, improntato alla prudenza, è invece l’orientamento dell’opinione pubblica sulle mascherine in alcune situazioni al chiuso: ad esempio, il 63% ritiene opportuno, in linea con il suggerimento del ministro della Cultura Franceschini, continuare ad indossare, nel mese di maggio, la mascherina nei cinema e nei teatri al chiuso.
“In presenza di una diffusione del virus ancora estesa, 2 italiani su 3 – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – condividono anche la scelta del Ministro Bianchi di mantenere, sino ai primi giorni di giugno, l’obbligo delle mascherine nelle aule scolastiche; appena il 25% è convinto invece che si tratti di un eccesso”.

Il ministro Speranza ed il Ministero del Salute hanno analizzato i rischi legati ad alcuni luoghi particolari per decidere se mantenere o eliminare l’uso obbligatorio della mascherina.
Ma che ne pensano i cittadini? Per l’85% – secondo l’indagine Demopolis – l’obbligo andrebbe mantenuto negli ospedali; per 7 italiani su 10 la mascherina andrebbe ancora tenuta su treni, aerei e navi. Per il 67% anche su bus, tram e metro. Più bassa, anche se maggioritaria, la percentuale di quanti, prudentemente, continuerebbero ad utilizzarla nei supermercati.

Del tutto diversa appare invece l’opinione su bar e ristoranti: in questo caso, il 58% degli italiani propende per un’eliminazione dell’obbligo anche al chiuso.
L’Istituto Demopolis ha analizzato infine, per il programma Otto e Mezzo, il grado di accordo, in base alla collocazione politica degli elettori, sull’uso della mascherina su treni, aerei e mezzi di trasporto a media-lunga percorrenza: si tratta di uno di quei pochi casi nei quali, sia pur con percentuali differenti, il mantenimento dell’obbligo appare condiviso trasversalmente: favorevole si dichiara il 92% di chi vota il PD, circa l’80% degli elettori del Movimento 5 Stelle e di Forza Italia; il dato supera il 50% anche tra chi vota la Lega e Fratelli d’Italia.