Demopolis: le priorità dei siciliani per il nuovo Governo della Regione

Nel giorno in cui nasce il nuovo Governo della Regione, l’Istituto Demopolis ha chiesto ai siciliani di tracciare la loro Agenda per il presidente Nello Musumeci e per i 12 assessori chiamati a comporre la Giunta. Quale priorità assoluta per il nuovo Governo l’80% dei cittadini siciliani indica l’occupazione, legata a doppio filo con la ripresa economica nell’Isola.

La corruzione nella percezione degli under 40: ricerca Demopolis per “Riparte il Futuro” 

Il fenomeno della corruzione in Italia è al centro di una ricerca realizzata dall’Istituto Demopolis per l’Associazione “Riparte il Futuro” su un campione rappresentativo dei cittadini tra i 18 ed i 40 anni. Il 91% degli intervistati è convinto che oggi la corruzione sia ampiamente diffusa nel nostro Paese. Appena un quarto degli under 40 ritiene che nel nostro Paese esistano strumenti efficaci per ridurre davvero la corruzione.

Demopolis: analisi sul voto per le Regionali e sui flussi elettorali in Sicilia

L’astensione è stato il dato più caratterizzante nel voto per le Regionali in Sicilia: Demopolis ha indagato sulle ragioni del non voto e della disaffezione dei cittadini. Una larga maggioranza dei siciliani appare convinta che la politica regionale, anche per cattiva gestione delle risorse, non sia più in grado, oggi, di incidere sulla vita reale delle famiglie nell’Isola.

Simulazione Demopolis: chi guadagna e chi perde con la nuova legge elettorale

Nei giorni dell’approvazione al Senato della nuova legge elettorale, l’Istituto Demopolis ha realizzato per il programma Otto e Mezzo una simulazione sull’attribuzione dei seggi in Parlamento con il “Rosatellum”. Lega, Forza Italia e FdI porterebbero nel complesso a Montecitorio 246 deputati, il Movimento 5 Stelle 168; il Partito Democratico con il Centro Sinistra 180, MdP-SI 24. Anche con il “Rosatellum”, resta lontana una possibile maggioranza alla Camera. 

Chi siamo: profilo dell’Istituto Demopolis

Il metodo di lavoro di Demòpolis, Istituto Nazionale di Ricerche diretto da Pietro Vento: clienti e prodotti, ambiti di analisi e di indagine, attività di consulenza e comunicazione strategica.

The Power to Know and Act on What Italians are Thinking, Doing and Feeling

Opinione Pubblica e Comuni in Toscana: le priorità dei cittadini nella ricerca Demopolis per Anci

I risultati della ricerca su “Opinione Pubblica e Comuni in Toscana” sono stati presentati a Firenze dal direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento nel corso dell’Assemblea Regionale dell’Anci. L’indagine fotografa le priorità dei cittadini per il Governo del Paese e per i Comuni della Regione. In Toscana i Sindaci si confermano l’istituzione elettiva che gode del maggior grado di fiducia dei cittadini nella dinamica della rappresentanza politica.

I dati del Barometro Politico Demopolis

Il Movimento 5 Stelle ed il Partito Democratico si confermano le principali forze politiche del Paese. Se si votasse oggi per la Camera, secondo i dati Demopolis, il M5S otterrebbe il 28,2%, superando di poco più di un punto il PD, attestato al 27%. La stagione estiva ha segnato un’ulteriore crescita delle 3 liste che compongono l’area del Centro Destra.

Gli italiani e la Rete nell’indagine Demopolis 

In netta crescita la fruizione di Internet negli ultimi 5 anni: determinante l’uso degli smartphone, ma resta forte il divario generazionale. “La Rete – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – ha conquistato rapide posizioni per quanto riguarda la relazionalità e l’informazione, ma appare indietro in Italia come luogo di fruizione di servizi pubblici”.

I cittadini toscani e l’Europa

Più europei degli italiani e della media dei cittadini del Vecchio Continente: la fiducia dei toscani nell’UE si attesta oggi al 43%. Si tratta di una percentuale superiore di 10 punti rispetto al dato nazionale rilevato dal Barometro Politico Demopolis. L’indagine, condotta dall’Istituto Demopolis per la Provincia di Lucca, fotografa questa peculiarità toscana, quasi un’eccezione in un Paese come l’Italia, che ha smesso di primeggiare per europeismo.