Demopolis: il peso di partiti e coalizioni a 16 giorni dal voto 

Il consenso è ancora molto instabile. Resta alto, a poco più di 2 settimane dalle elezioni, il numero di indecisi e potenziali astensionisti. “Ad incrementare l’incertezza sull’esito del voto – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – sono anche le incognite derivanti dalla nuova Legge Elettorale”. 

Chi siamo: profilo dell’Istituto Demopolis

Il metodo di lavoro di Demòpolis, Istituto Nazionale di Ricerche diretto da Pietro Vento: clienti e prodotti, ambiti di analisi e di indagine, attività di consulenza e comunicazione strategica.

The Power to Know and Act on What Italians are Thinking, Doing and Feeling

Sondaggio Demopolis: ancora sconosciuti i candidati nei collegi elettorali

A poco più di 2 settimane dalle Elezioni Politiche, il consenso appare fluido ed instabile: appena un terzo dei cittadini è oggi a conoscenza del nome di almeno un candidato nel collegio uninominale in cui voterà.
“Il 67% degli italiani – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – non ha alcuna idea di chi siano i candidati alla Camera o al Senato nel proprio collegio elettorale”.

Verso il voto del 4 marzo: come cambia il consenso

A 3 settimane dal voto del 4 marzo, il Movimento 5 Stelle si conferma, con il 28,3%, primo partito, in vantaggio sul PD, attestato al 22,8%. Forza Italia avrebbe il 16,3%, la Lega il 14%. Sono i dati del Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Con la nuova legge elettorale torna rilevante la forza delle coalizioni: l’area di Centro Destra otterrebbe nel complesso il 37,2%; il Movimento 5 Stelle il 28,3%, la coalizione di Centro Sinistra il 27,5.

Astensione in crescita: non voterebbe il 47% degli under 25

Circa 17 milioni di italiani potrebbero non votare alle Politiche: il numero più significativo di essi, 13 milioni, è assolutamente determinato a non recarsi alle urne il 4 marzo; oltre 4 milioni di elettori fanno parte invece di quel segmento che l’analisi dell’Istituto Demopolis definisce “astensione revocabile”.

Crescono le disuguaglianze in Italia

Negli ultimi 5 anni sono cresciute in Italia le disuguaglianze: è la percezione del 61% dei cittadini, rilevata da un’indagine dell’Istituto Demopolis, condotta per Oxfam in occasione del “World Economic Forum”, tenutosi a Davos. Per il 75% degli italiani è oggi prioritaria ed urgente l’attuazione di politiche volte a ridurre le crescenti disuguaglianze sociali nel nostro Paese.

Le promesse elettorali nella percezione dell’opinione pubblica

Negli ultimi giorni si sono moltiplicate le promesse e gli annunci da parte dei diversi leader politici impegnati nella campagna elettorale in vista del voto del 4 marzo. Il sondaggio, condotto dall’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo, rivela un diffuso scetticismo in ampi segmenti dell’opinione pubblica.

Analisi Demopolis per Otto e Mezzo a meno di 5 settimane dal voto

A meno di 5 settimane dal voto, il Movimento 5 Stelle si conferma con il 29,5% primo partito, con oltre 6 punti di vantaggio sul PD. Restano stabili Forza Italia al 16% e la Lega al 14%. È in sintesi lo scenario che emerge dall’indagine dell’Istituto Demopolis, che ha analizzato anche, per il programma Otto e Mezzo, le ragioni del consenso tra gli elettori potenziali del M5S.
.

Demopolis: il 2017 nella memoria degli italiani

I fatti e gli eventi che hanno colpito l’opinione pubblica negli ultimi 12 mesi, i leader politici in ascesa, il sentiment degli italiani alla vigilia del 2018 nel sondaggio di fine anno dell’Istituto Demopolis. E’ stato l’inizio della Presidenza di Donald Trump a segnare, per oltre i due terzi degli italiani, il 2017 nel mondo.

Opinione Pubblica e Comuni in Toscana: le priorità dei cittadini nella ricerca Demopolis per Anci

I risultati della ricerca su “Opinione Pubblica e Comuni in Toscana” sono stati presentati a Firenze dal direttore dell’Istituto Demopolis Pietro Vento nel corso dell’Assemblea Regionale dell’Anci. L’indagine fotografa le priorità dei cittadini per il Governo del Paese e per i Comuni della Regione. In Toscana i Sindaci si confermano l’istituzione elettiva che gode del maggior grado di fiducia dei cittadini nella dinamica della rappresentanza politica.