Gli italiani, la fase 2 e le scelte del Governo Conte

Se le misure di contenimento del Coronavirus, decise dall’Esecutivo nelle settimane scorse, sono risultate apprezzate da una larghissima maggioranza dell’opinione pubblica, più complesse si stanno rivelando le scelte del Governo Conte per la ripartenza del Paese.
Intanto, secondo il sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis, la maggioranza assoluta degli italiani immagina di trascorrere le prossime vacanze estive nel nostro Paese: appena il 3% ritiene di recarsi all’estero.

Sondaggio Demopolis: l’Italia, tra voglia di “ripartenza” e timori del virus

Con la fine del lockdown, l’Italia affronta la “fase 2” e la crisi determinata dall’emergenza Covid. L’opinione pubblica si divide sul “Decreto Rilancio” varato dal Governo Conte; molto apprezzata è la riapertura degli esercizi commerciali. Ma la paura resta: il 66% degli italiani teme che, con la ripresa degli spostamenti sull’intero territorio nazionale e i flussi turistici dai Paesi dell’UE e da Regioni a rischio, il contagio da Covid-19 possa tornare a crescere. È quanto emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis.

Coronavirus, “fase 2”: le preoccupazioni degli italiani

Resta alta la preoccupazione degli italiani per la diffusione del Coronavirus nel nostro Paese. Ai timori per la salute, che si confermano ancora oggi prevalenti con il 72%, si sommano ormai da settimane forti preoccupazioni economiche e sociali, indicate da una percentuale crescente di cittadini. È il quadro che emerge dall’indagine realizzata per il tg3 Linea Notte dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.

Covid-19: verso la “fase 2”

In vista dell’avvio della cosiddetta “fase 2”, i tre quarti degli italiani, tra quanti sono usciti nelle ultime 2 settimane, affermano di aver utilizzato la mascherina: per lo più chirurgica o, in molti casi, puntando sul fai da te. Il 18% non le ha utilizzate, in quanto non è riuscito a trovarle, il 7% afferma di ritenerle inutili. É uno dei dati che emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo. Se le misure di contenimento del virus, decise dall’Esecutivo nelle settimane scorse, sono risultate ampiamente condivise, più complessa si preannuncia per il Governo Conte la gestione concreta degli incentivi per fronteggiare la crisi.

Demopolis: opinioni, vissuti, preoccupazioni degli italiani dopo il primo mese in casa

Dal 9 marzo scorso, con le restrizioni decise dal Governo per frenare la diffusione del Covid-19, la vita di quasi tutti gli italiani è cambiata radicalmente. È quanto risulta dal sondaggio effettuato dall’Istituto Demopolis.
“9 italiani su 10 – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – esprimono preoccupazione per la diffusione del contagio, ma cominciano anche, con timore, a cercare di capire che cosa accadrà nei prossimi mesi, sul piano economico e sociale”.

I toscani e l’emergenza Coronavirus: i dati del sondaggio Demopolis

L’85% dei toscani si dichiara oggi preoccupato per la diffusione del Covid-19 nella propria regione.
È quanto emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis dal 3 al 7 aprile per QUInews Toscana Media. La fonte di ansia principale è la salute: il 71% dei cittadini manifesta preoccupazione per i rischi di contagio; una percentuale di poco inferiore, il 67%, teme le conseguenze dell’emergenza Coronavirus per l’economia.

Demopolis: il lavoro, priorità assoluta degli italiani per il Governo del Paese

È il lavoro la priorità assoluta indicata da oltre l’80% degli italiani: nell’agenda dei cittadini per il Governo del Paese, l’occupazione si conferma stabilmente in testa, superando le richieste di riduzione della pressione fiscale e le misure per il rilancio dell’economia, indicate da circa i due terzi dei cittadini; il 65% vorrebbe una maggiore efficienza della sanità pubblica, 6 su 10 più sicurezza urbana. Sono i dati che emergono dal sondaggio condotto per la Rai dall’Istituto Demopolis.

Covid-19: cresce la preoccupazione dell’opinione pubblica

Crescono nell’opinione pubblica i timori per la diffusione del Coronavirus nel nostro Paese: l’86% degli italiani si dichiara preoccupato.
“L’81% – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – chiede un immediato potenziamento del sistema sanitario, investendo sull’incremento di medici e infermieri e sull’acquisto di attrezzatture e macchinari per la terapia intensiva e per le cure di contrasto al Covid-19”.

Gli italiani e il Coronavirus: indagine Demopolis

L’Istituto Demopolis ha analizzato per il tg3 il modo in cui il Covid-19 sta cambiando la vita delle famiglie.
Nel sentiment degli italiani, la preoccupazione sanitaria prevale oggi sulle questioni economiche: il 75% manifesta forti timori per la salute, propria o dei familiari.
“I cittadini – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – appaiono disorientati di fronte ad una situazione che non ha precedenti”.

Come il Covid19 sta cambiando la quotidianità dei siciliani

Cresce tra i siciliani la preoccupazione per la diffusione del Covid19. I cittadini vorrebbero che fossero resi più capillari ed efficaci i controlli negli aeroporti, nelle stazioni e nei porti su chi arriva in Sicilia dalle regioni interessate dall’emergenza Coronavirus. E’ quanto emerge dal sondaggio condotto per la TGR Sicilia Rai da Demopolis, che ha analizzato il modo in cui il Coronavirus sta cambiando la quotidianità delle famiglie.