Demopolis: l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica nell’opinione degli italiani

Demopolis ha rilevato le preferenze degli italiani tra i candidati al Quirinale di cui si parla in questi giorni: il 30% vorrebbe un secondo mandato per Sergio Mattarella, il 21% opterebbe per l’attuale Premier Mario Draghi; il 16% indica Silvio Berlusconi. Ulteriori indicazioni, comprese tra il 6 ed il 4%, riguardano Pier Ferdinando Casini, Marta Cartabia, Giulio Tremonti, Elisabetta Alberti Casellati, Gianni Letta.
Prescindendo dalle preferenze, Demopolis ha verificato anche le previsioni degli italiani: chi pensa che sarà eletto nei prossimi giorni nuovo Capo dello Stato? Oltre un terzo, il 34%, crede che al Quirinale andrà Mario Draghi. Un ampio segmento di cittadini è convinto invece che alla fine, come molte altre volte, sarà eletta una personalità di cui si parla meno alla vigilia.

Barometro Politico di dicembre dell’Istituto Demopolis

Se si tornasse alle urne per le Elezioni Politiche, il PD con il 21,4% supererebbe di quasi mezzo punto Fratelli d’Italia che avrebbe oggi il 21%. La Lega sarebbe al terzo posto con il 19%. Al 15% il Movimento 5 Stelle. È il peso odierno dei partiti nella fotografia scattata, per il Giornale Radio e Radio1 Rai, dal Barometro Politico di dicembre dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.
La fiducia nel Premier Mario Draghi resta alta al 62%, stabile da mesi, quasi impermeabile alle varie polemiche sul Green Pass e alle divergenze tra i partiti della maggioranza.  

Barometro Politico Demopolis: il peso dei partiti, la fiducia nei leader, il ruolo di Draghi

Se si votasse oggi per la Camera, il PD otterrebbe oggi il 21%, superando Fratelli d’Italia al 20,3% e tornando, sia pur di misura, dopo 7 anni primo partito. La Lega, in lieve calo, si ritroverebbe al terzo posto con il 19,2%. È la fotografia odierna sul consenso ai partiti scattata dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. 
Per un’ampia maggioranza degli italiani, il 56%, Draghi dovrebbe restare alla guida del Governo fino alle elezioni del 2023

Demopolis: l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica nell’opinione degli italiani

Tra meno di 2 mesi il Parlamento in seduta comune sarà chiamato ad eleggere il nuovo Presidente della Repubblica. La complessa partita per il Quirinale vedrà sicuramente come protagonista l’attuale Premier Mario Draghi, posto da mesi dal mondo politico dinanzi ad un bivio tra Palazzo Chigi ed il Colle. Nel complesso scenario odierno, il 53% degli italiani preferirebbe che Draghi restasse oggi alla guida del Governo; Il 24% dei cittadini lo vorrebbe, invece, da febbraio nuovo Presidente della Repubblica: il dato emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis diretto da Pietro Vento.

Peso dei partiti e fiducia nei leader: i dati del Barometro Politico dell’Istituto Demopolis

Se si votasse per le Elezioni Politiche, Fratelli d’Italia e il Partito Democratico, entrambi con il 20,5%, sarebbero alla pari primo partito. Il PD, in crescita dopo il voto per le Amministrative, affianca oggi in vetta il partito di Giorgia Meloni. La Lega si ritroverebbe al terzo posto, con il 19%, il Movimento 5 Stelle otterrebbe il 16,8%. È la fotografia sul peso dei partiti scattata, per Radio1 Rai, dall’Istituto Demopolis. “Per la prima volta negli ultimi decenni – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – la distanza tra i 3 maggiori partiti è di 1 punto e mezzo: segno di una partita politica che appare sempre più aperta”.

Il consenso odierno ai partiti nel sondaggio Demopolis per Today

Se si votasse oggi per le Elezioni Politiche, Fratelli d’Italia con il 20,5% sarebbe primo partito, con un vantaggio inferiore al mezzo punto sul Partito Democratico, che otterrebbe il 20,2%. La Lega avrebbe il 19,6%, il Movimento 5 Stelle il 15,8%; staccata al 6,5% Forza Italia. Al 3% Azione, al 2% LeU, sotto il 2% le altre forze minori. È la fotografia sul peso dei partiti, scattata per Today e le testate del gruppo editoriale Citynews dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis.

Indagine Demopolis: gli italiani, il Green Pass e le vaccinazioni contro il Covid

È entrato in vigore l’obbligo del Green Pass per tutti i lavoratori nel pubblico e nel privato: 2 italiani su 3, il 68%, si dichiarano favorevoli alla scelta del Governo Draghi; contrario è il 25%. È il dato che emerge dall’indagine condotta da Demopolis per il programma Otto e Mezzo. Significative appaiono le differenze d’opinione in base alla collocazione politica degli intervistati. avorevoli al Green Pass obbligatorio si dichiarano il 95% degli elettori del PD, l’86% di chi vota Forza Italia e l’80% di chi sceglie il M5S. Più divisi gli elettori dei due principali partiti di Centro Destra, Lega e FdI.

Amministrative 2021: analisi Demopolis sul voto nelle 4 principali metropoli italiane

L’astensione ha pesato significativamente sul voto per le Amministrative del 3-4 ottobre: nelle metropoli ancor più che negli altri comuni. L’Istituto Demopolis ha analizzato le tendenze del voto nelle 4 più grandi città italiane. Considerando il dato aggregato di Roma, Milano, Napoli e Torino, il 52%, più di un elettore su due, è rimasto a casa.
Ad uscire meglio dal voto è il Centro Sinistra a trazione PD. Il risultato del primo turno è risultato nelle grandi città inferiore alle aspettative per il Centro Destra.

Il consenso ai partiti nel Barometro Politico dell’Istituto Demopolis

Se si votasse oggi per le Elezioni Politiche, Fratelli d’Italia sarebbe, con il 21%, primo partito nel Paese, seguito dalla Lega con il 20,8%; il Partito Democratico otterrebbe il 19,5%. Il Movimento 5 Stelle si attesterebbe al 16,6%; staccata al 7% Forza Italia. Sotto il 3% le altre forze minori. È la fotografia sul peso dei partiti, scattata dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.
Le prime 3 forze politiche sono racchiuse in un punto e mezzo, tra il 21 e e il 19,5%. La fiducia in Draghi è al 62%.

Gli italiani ed il futuro del Paese dopo i mesi del Covid

Dopo i lunghi mesi di emergenza, gli italiani stanno progressivamente recuperando fiducia. Il 54%, la maggioranza assoluta dei cittadini, guarda con ottimismo al futuro del Paese dopo il Covid: è il primo dei dati che emerge dall’indagine realizzata dall’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo.
Sono molte le differenze rispetto agli anni del Dopoguerra: per circa i due terzi degli intervistati, manca oggi il senso di comunità e lo spirito di sacrificio di allora. Il 52% segnala che il Paese era decisamente più povero, evidenziando anche che oggi sono molte di più le disuguaglianze.