Il peso dei partiti e il futuro del Governo Conte nel Barometro Politico Demopolis

Il Governo Conte deve andare avanti oltre l’estate? Ritiene di sì il 51% degli italiani. Per 4 intervistati su 10, invece, sarebbe preferibile tornare alle urne in settembre: l’Istituto Demopolis ha analizzato gli umori dell’opinione pubblica sul futuro dell’Esecutivo. Se si tornasse oggi alle urne, la Lega otterrebbe il 35,2%, il PD il 22%, il Movimento 5 Stelle il 18,5%.

Indagine Demopolis: l’Autonomia differenziata nell’opinione degli italiani

Uno dei temi più importanti al centro del confronto politico è quello dell’Autonomia differenziata, richiesta da alcune regioni del Nord. L’opinione pubblica appare divisa: il 38% appare favorevole all’Autonomia. Contrario si dichiara invece il 53%, la maggioranza assoluta degli italiani, secondo la quale si finirebbe per sottrarre risorse per i servizi pubblici ad altre Regioni meno ricche.

Demopolis: priorità e questioni aperte al vaglio del Governo

Resta stabile l’agenda delle priorità degli italiani: al primo posto, per oltre 8 cittadini su 10, si confermano gli interventi per l’occupazione ed il lavoro. Il 73% chiede una riduzione della pressione fiscale, mentre il 70% ritiene centrali gli investimenti per far ripartire l’economia del Paese. Sono i dati che emergono dall’indagine condotta dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, nel momento in cui sembra avviarsi la “fase 2” del Governo Conte.

Demopolis: il futuro del Governo Conte nella percezione degli italiani

Per il 51% degli italiani l’esperienza del Governo Conte deve proseguire; poco più di 4 cittadini su 10 ritengono, invece, che sarebbe meglio aprire la crisi e tornare alle urne. Sono i dati che emergono dal sondaggio dell’Istituto Demopolis che ha analizzato gli umori dell’opinione pubblica sul futuro dell’Esecutivo. La propensione ad andare avanti risulta ampiamente maggioritaria tra gli elettori di M5S e Lega.

Europee 2019: flussi e dinamiche del voto nell’analisi dell’Istituto Demopolis

Oltre 21 milioni di italiani hanno scelto l’astensione, con sperequazioni significative tra le diverse aree del Paese. Il tasso d’affluenza del 56%, 17 punti in meno rispetto alle Politiche, rappresenta un elemento centrale nell’analisi post elettorale: la motivazione e la partecipazione al voto dei diversi elettorati hanno inciso in modo differente sul peso dei partiti alle Europee, penalizzando soprattutto il M5S.

Demopolis: i segni dell’incertezza sul voto per le Europee del 26 maggio

A 16 giorni dalle Europee, il consenso resta instabile: meno di 6 italiani su 10 hanno già un orientamento chiaro sul voto; oltre un quinto è ancora del tutto indeciso sulla scelta. Il 19%, novità recente nello scenario italiano, esprime un’intenzione di voto, ammettendo però che potrebbe cambiare idea nelle prossime 2 settimane. Altissimo è il numero dei potenziali astensionisti: circa 20 milioni di italiani potrebbero restare a casa. Sono alcuni dei dati che emergono dall’indagine condotta dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, prima del black out sui sondaggi elettorali.

Il peso dei partiti a 18 giorni dal voto per le Europee

Se si votasse oggi per le Europee, la Lega – in calo di circa 2 punti negli ultimi 15 giorni – sarebbe primo partito con il 31% (con un potenziale del 37%). A 18 giorni dal voto, il consenso resta fluido: meno di 6 italiani su 10 hanno già un orientamento preciso; moltissimi restano gli indecisi, ma soprattutto i potenziali astensionisti: è lo scenario che emerge dall’indagine condotta per il TG3 dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. 

Il peso dei partiti alle Politiche e alle Europee nel Barometro Politico Demopolis

Se si votasse per le Politiche, la Lega – pur perdendo circa un punto e mezzo nell’ultimo mese – sarebbe oggi primo partito con il 31%; in lieve ripresa appare il Movimento 5 Stelle, attestato al 23,5%: sono i dati che emergono dal Barometro Politico di aprile dell’Istituto Demopolis. In parte differente sarebbe lo scenario nel voto per le Elezioni Europee, caratterizzate da un significativo incremento dell’astensione: la maggiore o minore motivazione degli elettorati a recarsi alle urne incide sul peso odierno dei partiti.

Il peso dei partiti nel Barometro Politico Demopolis

La Lega di Salvini perde mezzo punto negli ultimi giorni e si conferma primo partito con il 32,5%; il Movimento 5 Stelle si attesta oggi al 22%. Secondo il Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, il PD si posiziona al 21%. Decisamente staccati gli altri partiti del Centro Destra, con Forza Italia al 9% e Fratelli d’Italia al 4%. Nonostante le divergenze, il 52% degli italiani ritiene che il Governo Conte debba andare avanti.

Demopolis: le priorità degli italiani per il Governo del Paese

Sono le politiche per l’occupazione ed il lavoro la priorità assoluta di Governo indicata dall’82% degli italiani. Il 71% indica la riduzione della pressione fiscale, il 68% auspica misure per il rilancio dell’economia: sono alcuni dei dati che emergono da una indagine realizzata dall’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo. Solo al sesto posto, segnalato da 6 cittadini su 10, il tema dell’immigrazione, che caratterizza invece, da mesi, l’agenda politica e mediatica del Paese.