Il peso dei partiti nel Barometro Politico Demopolis di febbraio

Se si votasse oggi per le Politiche, la Lega – pur perdendo 3 punti rispetto alle ultime Europee – si confermerebbe primo partito, con un ampio vantaggio sul PD; il partito di Zingaretti sfiorerebbe il 21%: è quanto emerge dal Barometro Politico di febbraio dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento e realizzato per il programma Otto e Mezzo (LA7). Il Movimento 5 Stelle avrebbe il 14,5%, mentre prosegue la crescita di Fratelli d’Italia, che supera il 12%.

Il voto in Emilia Romagna nell’analisi post elettorale dell’Istituto Demopolis

Con una crescita significativa rispetto alle Europee del maggio scorso, il Centro Sinistra ha vinto le elezioni regionali in Emilia Romagna. Demopolis ha studiato la provenienza del consenso a Stefano Bonaccini, rispetto al voto espresso alle ultime Europee: il flusso elettorale più significativo giunge da quanti nel maggio scorso si erano astenuti. Il successo di Bonaccini si è caratterizzato anche per la forte incidenza del voto personale e disgiunto.

Demopolis, Regionali in Emilia Romagna: sfida aperta a 18 giorni dal voto

A 18 giorni dal voto, resta incerta la sfida elettorale per la conquista dell’Emilia Romagna: si rileva un sostanziale equilibrio tra le 2principali coalizioni. La partita è molto aperta. Il Governatore uscente del Centro Sinistra prevarrebbe oggi di misura sulla candidata leghista: a Bonaccini è attribuita oggi una forbice tra il 44% ed il 49%, mentre Borgonzoni oscilla tra il 42% ed il 47%. Un quarto degli elettori è ancora del tutto indeciso sulla scelta da compiere. È quanto emerge dal sondaggio condotto da Demopolis per il programma Otto e Mezzo.

Come cambia il consenso: i dati del Barometro Politico Demopolis di dicembre

I fatti delle ultime settimane hanno inciso in modo significativo sul consenso ai partiti. L’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, ha misurato il peso delle forze politiche: se si tornasse oggi alle urne, la Lega, in calo, avrebbe il 31%; il PD otterrebbe il 19%, il Movimento 5 Stelle il 16,4%. Fratelli d’Italia supererebbe il 10%, staccando Forza Italia al 5,8%. Diminuisce il consenso per Italia Viva di Renzi, che scende al 4,5%.

Sfida aperta per le Regionali in Emilia Romagna: sondaggio Demopolis per Citynews

È un consenso ancora molto fluido ed incerto, quello che emerge dal sondaggio sul voto per le Regionali in Emilia Romagna condotto dall’Istituto Demopolis per le testate Today del Gruppo editoriale Citynews: tra gli elettori che immaginano di recarsi alle urne il 26 gennaio, circa un quarto è ancora del tutto indeciso sulla scelta da compiere.

Demopolis: 2 italiani su 3 non hanno compreso che cosa sia il MES

Demopolis ha verificato la conoscenza degli italiani in relazione al cosiddetto “Salva-Stati”, da giorni al centro dello scontro politico. Lei ha compreso – è stato chiesto – in che cosa consista il MES, il meccanismo europeo di stabilità? “Sì, esattamente” risponde appena il 9% degli intervistati; il 25% dichiara di averlo compreso, ma solo genericamente. Il 66% afferma invece di non avere capito di che cosa si tratti.

Il peso dei partiti nel Barometro Politico Demopolis di novembre

Se si tornasse alle urne per le Politiche, la Lega si confermerebbe primo partito con il 34%. Il PD, con il 18,5%, supererebbe di poco più di un punto il Movimento 5 Stelle, posizionato al 17,2%. È la fotografia del consenso scattata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Fratelli d’Italia, con il 9,4%, incrementa il vantaggio su Forza Italia. Le fibrillazioni nel Governo e la manovra economica sembrano pesare sul consenso ai partiti.

Il consenso alle forze politiche

Se si votasse per la Camera, la Lega sarebbe oggi primo partito con il 33%. Il PD otterrebbe il 19%, superando di un punto il M5S, in calo al 18%. Fratelli d’Italia con il 9% incrementa ulteriormente il vantaggio su Forza Italia (6%); Italia Viva di Renzi avrebbe il 5,8%. Sono i dati sul peso dei partiti che emergono dal Barometro Politico Demopolis.

Demopolis: un voto sempre più mobile

Il consenso in Italia è sempre più liquido e mobile: secondo il Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, quasi un quinto degli elettori ha modificato le proprie scelte di voto rispetto al 4 marzo scorso. Ed è un dato che non stupisce: le analisi di Demopolis registrano da anni una crescente “infedeltà” ai partiti tra una tornata elettorale e l’altra.