Demopolis: i nuovi timori per il Covid e la Manovra economica nella percezione dell’opinione pubblica

Il 68% degli italiani, guardando anche a quanto accade nel resto d’Europa, si dichiara preoccupato dalla crescita dei contagi in vista delle festività di fine anno: è il primo dei dati che emerge dal sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.


I crescenti timori per il Covid sono trasversali, ma con una diversa incidenza sugli elettorati: risultano preoccupati il 90% degli elettori del Partito Democratico e i tre quarti di chi vota Movimento 5 stelle e Forza Italia. Un po’ più tranquilli appaiono invece, rispetto alla ripresa pandemica, gli elettori di Fratelli d’Italia e Lega.

Da segnalare un dato nel sondaggio Demopolis: se la preoccupazione raggiunge il 72% tra chi si è vaccinato, crolla al 25% tra quanti hanno scelto di non sottoporsi ad alcuna dose: tra gli italiani non vaccinati, solo 1 su 4 afferma di avere timore del Covid.

Entra intanto nel vivo in questi giorni il confronto parlamentare sulla Legge di Bilancio, che dovrà essere approvata dalle 2 Camere entro la fine di dicembre. Appena 1 italiano su 3 si ritiene informato sui contenuti della manovra proposta dal Governo; il 67% ammette di saperne poco o nulla.
La valutazione complessiva dei cittadini sulla legge di Bilancio appare in chiaroscuro: il 45% dà un voto pari o superiore al 6; il 33% la ritiene insufficiente, mentre quasi un quarto dei cittadini non esprime un giudizio.

Nella percezione dell’opinione pubblica – secondo l’indagine dell’Istituto Demopolis per il programma Otto e Mezzo – a caratterizzare positivamente la Manovra del Governo sono soprattutto 2 punti: la riorganizzazione delle aliquote Irpef con l’alleggerimento della pressione fiscale per il ceto medio, indicata dal 54%, e l’incremento del fondo sanitario nazionale; il 40% cita anche la proroga dei bonus edilizi. Troppo deboli risultano invece, agli occhi degli italiani, il Fondo contro il caro-bollette e il sostegno ai ceti più poveri, ulteriormente penalizzati dalla pandemia.

Nota informativa: l’indagine è stata realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, per il programma Otto e Mezzo (LA7) su un campione stratificato di 1.540 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne. Supervisione della rilevazione demoscopica del 13-15/12/2021 di Marco E. Tabacchi. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone.