PNRR, sondaggio Demopolis: gli ambiti di intervento del Recovery Plan nell’opinione degli italiani

L’opinione pubblica guarda con attenzione al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, meglio conosciuto come Recovery Plan, illustrato nelle ultime 24 ore in Parlamento dal presidente del Consiglio Mario Draghi.

L’Istituto Demopolis ha analizzato quali siano gli ambiti di intervento del PNRR maggiormente apprezzati: il 56% degli italiani indica la Salute, con il potenziamento fra l’altro dei servizi sul territorio e la telemedicina. Va detto che si tratta della missione di investimento cui il piano riserva la parte minore degli oltre 200 miliardi previsti.

Il 43% dei cittadini guarda con attenzione alla trasformazione digitale ed all’innovazione per la competitività del Paese; il 40% apprezza le scelte per la transizione ecologica. Quasi 4 su 10 condividono gli investimenti per la mobilità (a partire dai trasporti locali) e per l’istruzione e la ricerca, mentre il 35% approva la scelta di potenziare le politiche di inclusione e di infrastrutturazione sociale.

“Un nodo centrale per l’accesso ai fondi del Next Generation EU – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – è quello delle riforme: la più urgente, per il 54% gli italiani, è quella della Giustizia, con la riduzione prima di tutto dei tempi delle cause civili. Il 41% indica la riforma della Pubblica Amministrazione, puntando sulla semplificazione burocratica e sull’aggiornamento delle competenze. Tra gli obiettivi strutturali del PNRR citati da Draghi, fondamentale dovrà essere – per 2 italiani su 3 – la riparazione dei danni economici e sociali della pandemia”. 

Sulla capacità di gestione del Recovery Fund l’opinione pubblica resta però in ampia parte perplessa: secondo l’indagine Demopolis peri lo programma Otto e Mezzo, appena il 38% ritiene che le risorse europee saranno spese bene e nei tempi giusti per far ripartire il Paese; il 40% degli italiani appare invece scettico, mentre quasi un quarto non esprime un’opinione.

La percezione sulle potenzialità di incidenza del PNRR dividono ampiamente gli elettori dei principali partiti: ottimisti sulla capacità di spesa del nostro Paese – secondo i dati di Demopolis – risultano oltre il 50% degli elettori di PD e Forza Italia e il 34% di chi vota il Movimento 5 Stelle. Molto più scettici appaiono gli elettori della Lega e di Fratelli d’Italia: meno di un terzo di loro è convinto dell’incidenza del PNRR sulla ripartenza dell’Italia.

Potrebbero anche interessarti