Crostacei e prodotti ittici: le propensioni dei consumatori

È stata pubblicata sulla rivista internazionale AACL (Aquaculture, Aquarium, Conservation & Legislation) della Bioflux Society, a firma di Gioacchino Bono, la ricerca del CNR sulle richieste di salubrità nei prodotti ittici da parte dei consumatori e sulla propensione all’acquisto di gamberi e crostacei nei principali mercati italiani, realizzata con la collaborazione dell’Istituto Demopolis.

Lo studio di marketing – coordinato dalI’Istituto per l’Ambiente Marino Costiero del CNR – è stato realizzato nei mercati di Roma, Milano, Torino, Napoli e a Palermo, con il supporto demoscopico dell’Istituto Demopolis, analizzando le caratteristiche degli acquirenti di crostacei, studiandone le propensioni d’acquisto rispetto ai metodi di conservazione dei prodotti e la disponibilità a spendere di più per crostacei conservati senza trattamenti chimici, con la focalizzazione delle valutazioni dei consumatori sui prodotti realizzati secondo le tecnologie MAP (Modified Atmosphere Packaging).
L’indagine ha permesso di valutare l’incidenza incrociata delle variabili prezzo-quantità-periodicità negli acquisti ittici, segmentandone i risultati sulla base delle caratteristiche dei consumatori.