Estate 2016: tendenze turistiche e scelte di viaggio

Cavalla

 

La crisi continua a pesare, ma gli italiani hanno avuto voglia di vacanze: si è puntato, nell’estate del 2016, su soggiorni più brevi, su voli low cost o mete facilmente raggiungibili. Sono alcuni dei dati emersi dall’indagine condotta dall’Istituto Demopolis, che ha analizzato le tendenze della domanda turistica.

Turismo_2016_ITA.001

“Se la maggioranza assoluta dei turisti non ha cambiato le proprie abitudini dopo quanto è accaduto negli ultimi mesi – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – un ampio segmento di italiani ammette di essere stato condizionato dal “timore Isis”: circa un terzo ha limitato le proprie scelte o modalità di viaggio, optando per una destinazione ritenuta più sicura. Gli attentati e l’instabilità politica di alcuni Paesi del Mediterraneo hanno inciso sulla geografia delle scelte turistiche nell’estate 2016: con una netta riduzione, tra il 30 ed il 50%, delle presenze in Egitto, Turchia e Tunisia; il crollo del turismo in Francia; un incremento netto per Spagna, Portogallo, Italia e Grecia.

Nel nostro Paese – prosegue Pietro Vento – si rilevano ottimi risultati non solo per le mete tradizionali, ma anche per regioni come Puglia e Sicilia, caratterizzate da un’offerta integrata fatta di mare, storia, natura e ottimo cibo.
Turismo_2016_ITA.002

Mare e patrimonio culturale, secondo i dati della ricerca dell’Istituto Demopolis, appaiono infatti determinanti nella scelta di una meta turistica. Se il mare e le coste restano un must delle vacanze estive per i due terzi degli italiani, il patrimonio storico-artistico e l’offerta culturale – conclude Vento – rappresentano ragione di attrazione per la maggioranza assoluta di chi viaggia”.

Per la scelta delle destinazioni turistiche, Internet è ormai da tempo il canale informativo preferenziale, indicato da oltre il 76% di chi viaggia. Incide sempre più, per il 38%, il passaparola ed il racconto di amici e conoscenti; un ruolo molto significativo lo esercitano le trasmissioni televisive.

Turismo_2016_ITA.003

“La possibilita di risparmiare – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – incide sulle dinamiche di scelta del 70% delle famiglie. La crisi pesa ancora, ma non si rinuncia alle vacanze. La facilita di raggiungere una meta risulta decisiva per il 51% di chi viaggia: si punta, e non solo d’estate, su soggiorni più brevi o su offerte low cost, per lo più verso grandi città o location di mare. Il fattore sicurezza risulta decisivo per il 46% degli intervistati secondo l’indagine Demopolis, anche l’offerta eno-gastronomica incide sempre più sulle scelte: il cibo ed il vino – conclude Pietro Vento – sono oggi importanti per il 43% di chi si mette in viaggio “.

Turismo_2016_ITA.004

 

Nota informativa – L’Indagine è stata realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, su un campione nazionale stratificato di 1.000 intervistati, rappresentativo dell’universo dei cittadini italiani maggiorenni. Coordinamento di Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Supervisione della rilevazione di Marco E. Tabacchi.