La nuova legge elettorale nell’opinione degli italiani

Tra le Leggi elettorali di cui si parla, gli italiani, come è naturale, non hanno un’idea precisa dei diversi sistemi: un quarto degli intervistati non esprime alcuna opinione in merito. La maggioranza relativa, il 40%, apprezzerebbe il Mattarellum.

Referendum: l’opinione pubblica resta divisa. Un quarto degli italiani deve ancora decidere

A poco più di 2 settimane dal voto, secondo l’ultima fotografia scattata dall’Istituto Demopolis, due incognite pesano sulla sfida referendaria, sempre più caratterizzata dalla polarizzazione sulla figura di Renzi. 7 milioni di elettori sono incerti sulla scelta di voto; oltre 5 milioni affermano di non aver ancora deciso se votare o meno. A risultare determinante sarà soprattutto la motivazione a recarsi alle urne: una variabile in grado di modificare di diversi punti percentuali il risultato elettorale del 4 dicembre.

Un voto sempre più fluido ed incerto: analisi a 4 settimane dal Referendum

Secondo il sondaggio Demopolis per il programma Otto e Mezzo, resta bassa la percentuale di italiani che dichiara di aver compreso i cambiamenti previsti dalla Riforma costituzionale. No in lieve vantaggio. E’ altissimo il numero degli indecisi in un voto che appare sempre più condizionato dalla polarizzazione sulla figura di Renzi.

La Legge di Stabilità secondo gli italiani

Secondo i dati del sondaggio Demopolis, l’opinione pubblica si divide nel giudizio sulla manovra annunciata dal Governo: una valutazione più positiva giunge da quanti esercitano un’attività produttiva. L’Italia sembra avvertire ancora, in modo rilevante, gli effetti della crisi economica.

Referendum: partita incerta a 5 settimane dal voto

E’ molto aperta la sfida referendaria del 4 dicembre: secondo il sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis a 5 settimane dal voto, direbbe sì alla riforma poco meno di un elettore su due (49,5%). Lieve vantaggio del No a poco più di un mese dalla consultazione elettorale.

Barometro Politico Demopolis: come cambia il consenso

Se si votasse per le Politiche, il Partito Democratico otterrebbe oggi il 32%, staccando di 3 punti e mezzo il Movimento 5 Stelle, attestato al 28,5%, in calo di 2 punti nelle ultime settimane: è la fotografia scattata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. 

Referendum Costituzionale: le incognite sulla sfida elettorale

La partita del 4 dicembre appare molto aperta. Se il Referendum si tenesse oggi, escludendo un altissimo numero di astensionisti ed indecisi, direbbe “sì” alla Riforma un italiano su due: è il dato che emerge dal sondaggio Demopolis per il settimanale l’Espresso.

I dati del Barometro Politico di luglio

La distanza tra i primi due partiti si è ridotta sensibilmente: il PD di Renzi ha oggi mezzo punto di vantaggio sul Movimento 5 Stelle. Se si votasse oggi per la Camera con l’Italicum, il Partito Democratico (30,5%) andrebbe al ballottaggio con il M5S (30%).

Gli italiani e il Referendum Costituzionale

La partita referendaria appare sempre più aperta. Se la consultazione si tenesse oggi, escludendo astensionisti ed indecisi, un italiano su due direbbe “sì” alla Riforma: è uno dei dati che emerge dall’indagine condotta da Demopolis.